Grafica 3D

La grafica in 3D, ossia la grafica tridimensionale, è sempre più diffusa nell'ambito delle post-produzioni video. Essa può essere impiegata per produzioni cinematografiche (ad esempio, in film come “Avatar”), televisive, artistiche, architettoniche, così come per videogiochi e videoclip. Tale grafica consiste nell'elaborazione di modelli in tre dimensioni da parte di un computer.

Attualmente, esistono numerosi programmi software per la grafica in 3D. Con il termine “rendering”, si intende il processo di produzione di una data immagine finale a partire dal modello matematico del soggetto. Gli algoritmi di rendering implicano la proiezione dei modelli tridimensionali su una superficie bidimensionale. Nel rendering, si opera con i poligoni degli oggetti ritratti e con i loro pixel. La modellazione 3D, invece, si riferisce alla creazione di modelli 3D (ossia di oggetti tridimensionali) per mezzo di software appositi. L'animazione in 3D, infine, è data da tecnologie digitali applicate alle immagini per mezzo di programmi computerizzati, appositamente predisposti. L'esempio più noto è quello dei film di animazione realizzati dalla Pixar. Se avete la necessità di creare o far elaborare video, anche di animazione, mediante la grafica 3D, rivolgetevi a 4K, agenzia multimediale specializzata nelle post-produzioni video, anche in 3D!

Condividi sui social

Diversamente dalle immagini bidimensionali, che risultano piatte, non avendo profondità, la grafica in 3D opera su tutte e tre le dimensioni visibili all'occhio umano, coincidenti con gli assi cartesiani x (larghezza), y (altezza) e z (profondità). I film tradizionali, essendo “schiacciati” su un piano, come lo schermo di un televisore o di un cinema, possono riprodurre solo le dimensioni x ed y. Tramite la stereoscopia, consistente nell'imitazione del sistema di visione naturale degli occhi umani, ed il montaggio di immagini riprese da due diversi obiettivi, si può simulare la profondità e dare vita al cinema in 3D. In pratica, così come i nostri occhi, essendo posti ad una distanza di circa sei centimetri e mezzo di distanza l'uno dall'altro, spingono il cervello ad elaborare il risultato visivo, per non proporre un'immagine sdoppiata, la grafica in 3D mette in moto analoghi meccanismi di compensazione. I film in 3D devono essere visti per mezzo di occhialini specifici, che fungono da filtro. Dietro ai filmati in 3D, ci sono complesse lavorazioni digitali, che possono essere effettuate da risorse umane specializzate, come quelle di 4K. Per maggiori informazioni sulla grafica in 3D, contattate al più presto 4K!

All Rights reserved Riccardo Canini - Informativa Cookie - info@madeby4k.com

Piazza Dante Zemini 6, 00042 Anzio - Roma